Notizie

Tutto quello che dovresti sapere ...

Innovation manager: posticipati i termini di presentazione delle domande e il click day

Il Mise offre più tempo alle imprese e reti d’imprese che intendono beneficiare del “voucher innovation manager”.

Il Decreto direttoriale di ieri, 26.11.2019, ha disposto la proroga del termine finale per la compilazione delle domande di accesso all’agevolazione alle ore 12.00 del 6.12.2019 e la posticipazione del click day per l’invio delle domande di accesso alle agevolazioni dalle ore 10.00 del 12.12.2019.

La fase di compilazione delle domande avrebbe dovuto chiudersi alle ore 17:00 di ieri e il click day era originariamente previsto alle ore 10 del 03.12.2019.

Le tempistiche del beneficio sono state caratterizzate da un ritmo incalzante.

L’elenco degli innovation manager è stato pubblicato con Decreto direttoriale del 6.11.2019 e il 7.11.2019 è stato aperto lo sportello di compilazione telematica delle domande: le imprese avevano meno di tre settimane per scegliere il manager qualificato e predisporre l’istanza.

La proroga è stata disposta dunque al fine di consentire alle imprese e alle reti di imprese il completamento dell’attività di predisposizione delle domande di agevolazione.

Il decreto direttoriale dispone inoltre che le reti di imprese non dotate di soggettività giuridica ovvero i soggetti proponenti amministrati da una o più persone giuridiche o enti diversi dalle persone fisiche possano presentare all’amministrazione le richieste di accreditamento per l’accesso alla procedura informatica secondo le modalità di cui all’articolo 4, comma 4 del decreto direttoriale 25.09.2019 esclusivamente entro il termine del 29.11.2019.

Le informazioni sulle modalità di invio delle domande di ammissione saranno fornite ai soggetti interessati nell’apposita sezione “Voucher per consulenza in innovazione” del sito web del Mise a partire dalla chiusura dei termini per la compilazione delle domande di agevolazione.

Fra i chiarimenti forniti dal Mise nella seconda serie di domande e risposte pubblicate il 20.11.2019 ad integrazione di quelle pubblicate il 13.09.2019, emergono i seguenti termini e modalità di presentazione delle domande:

Modalità e termini di trasmissione delle domande
Termini

Trasmissione a partire dalle ore 10.00 del 12.12.2019 previa compilazione della domanda entro le ore 12.00 del 6.12.2019, a seguito della proroga disposta dal Decreto direttoriale del 26.11.2019.

Ordine di ammissione alla fase istruttoria

Domande ammesse secondo ordine cronologico di presentazione.

L’agevolazione è concessa infatti con una procedura a sportello, nei limiti della dotazione finanziaria di 50 milioni di euro, a cui va dedotta la quota destinata ad oneri di gestione, tenuto conto delle riserve previste (25% per le istanze presentate da micro e piccole imprese o reti, 5% per istanze presentate da imprese in possesso del rating di legalità).

Modalità di trasmissione delle domande

Tramite accesso, riservato al legale rappresentante dell’impresa proponente tramite CNS, Smart Card o Business Key, alla procedura informatica nell’apposita sezione “Voucher per consulenza in innovazione”.

Le reti di imprese non dotate di soggettività giuridica ovvero i soggetti proponenti amministrati da una o più persone giuridiche o enti diversi dalle persone fisiche devono seguire una procedura apposita.

Dove richiedere la CNS

La CNS, rilasciata a persone fisiche e titolari di cariche di impresa, va richiesta alle Camere di Commercio, alle Regioni, ai Comuni o ad organismi privati e a tutti gli enti risultanti nell’elenco disponibile sul sito DigitPa

Numero di domande presentabili per impresa o rete di imprese

Una sola domanda presentabile per impresa o rete d’imprese.

In caso di domanda da parte di rete d’imprese le singole imprese aderenti non possono presentare domanda autonoma.

In caso di mancato accoglimento della domanda nel 2019 è possibile ripresentarla nel 2020.

Come assolvere l’imposta di bollo sulla domanda

Assolvimento dell’imposta di bollo:

  • tramite annullamento della marca da bollo di importo pari a 16,00 euro sull’originale disponibile presso l’impresa,
  • riportando il numero identificativo della marca nell’apposita sezione del modulo di domanda.
Modalità di compilazione della domanda

Tramite procedura informatica nell’apposita sezione “Voucher per consulenza in innovazione”:

  • nel caso di Pmi secondo il modello dell’allegato 1 al Decreto direttoriale del 25.09.2019;
  • nel caso di reti d’impresa secondo il modello dell’allegato 2 al Decreto direttoriale del 25.09.2019.

A compilazione ultimata scaricare il pdf e firmarlo digitalmente, per poi ricaricarlo sulla piattaforma.

Come individuare un innovation manager dall’elenco

Dall’elenco dei manager qualificati di cui al Decreto direttoriale del 06.11.2019.

I profili professionali sono consultabili sulla piattaforma informatica al seguente link: https://miq.dgiai.gov.it con la possibilità di adottare filtri.

La selezione di un manager nell’ambito di una domanda di agevolazione predisposta ed ultimata ne preclude la selezione da altre imprese.

Allegazione dell’offerta del manager alla domanda

Il documento denominato “offerta prestazione consulenza” viene generato automaticamente dalla procedura informatica in formato xml con i dati relativi alla prestazione consulenziale oggetto di agevolazione già inserite dal proponente nella compilazione della domanda.

Il documento va firmato digitalmente dal manager e ricaricato sulla piattaforma.

Definizione di “impresa unica”

Ai fini della quantificazione dell’importo complessivo degli “aiuti de minims deve aversi riguardo alla nozione di “impresa unica” di cui al Regolamento (UE) 1407/2013.

Per “impresa unica” si intende un insieme di imprese fra le quali esiste almeno una delle seguenti relazioni, limitatamente alle imprese localizzate in Italia:

  • un’impresa detiene la maggioranza dei diritti di voto degli azionisti o soci di un’altra impresa;
  • un’impresa ha il diritto di nominare o revocare la maggioranza dei membri del consiglio di amministrazione, direzione o sorveglianza di un’altra impresa;
  • un’impresa ha il diritto di esercitare un’influenza dominante su un’altra impresa in virtù di un contratto con quest’ultima oppure in virtù di una clausola dello statuto di quest’ultima;
  • un’impresa azionista o socia di un’altra impresa controlla da sola, in virtù di un accordo stipulato con altri azionisti o soci dell’altra impresa, la maggioranza dei diritti di voto degli azionisti o soci di quest’ultima.
Sezione “dati sul progetto” del modulo di domanda Deve contenere:

  • la data presunta di avvio del progetto (può anche coincidere con la data di sottoscrizione del contratto),
  • la data presunta di conclusione.

 

Debora Reverberi Vedi tutti gli articoli dell’autore

Impostazioni della Privacy
Nome Abilitato
Cookie Tecnici
Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookies tecnici necessari: wordpress_test_cookie,wordpress_logged_in_,wordpress_sec.
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
x

Il nostro sito utilizza cookie, anche di terze parti, per rendere migliore la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione del sito (anche cliccando su qualunque suo elemento) acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per ulteriori informazioni e per conoscere come eventualmente disabilitare i cookie, consulta la nostra Cookie Policy.